Assemblaggio della tua stampante 3D RepRap

E quindi sei pronto per una stampante 3D e vuoi assemblarne una. La prima scelta da fare è quella di progettarne e costruirne una autonomamente o usare un kit. Se si tratta della tua prima stampante 3D e la tua esperienza in materia è limitata, ti consigliamo di comprare un kit. L'elenco di kit per stampanti 3D è disponibile su /listing/printers_printing/printer_kits/. Usa la funzionalità di comparazione per determinare le differenze tra i modelli. Ovviamente puoi usare i kit come guida e cambiare i componenti in base alla tua necessità.

Che tipo di stampante

Esistono diversi tipi di stampanti 3D. Molti dei nostri componenti funzionano si diverse tipologie. Ad esempio, le schede elettroniche possono essere utilizzate su quasi tutte le stampanti 3D. Il seguente elenco di pro e contro di ciascun tipo di stampante potrà aiutarti a scegliere il tipo di stampante 3D ch si adatta meglio alle tue necessità.

Stampante cartesiana

Cartesion printerSi tratta del tipo di stampante 3D più diffuso. È dotata di tre assi che si spostano nelle relative direzioni.

  • Semplice da assemblare
  • Molte risorse disponibili
  • Richiede componenti piuttosto costosi per una buona operatività

CoreXY

Il tipo più adatto per le stampanti più grandi. Il meccanismo CoreXY permette un rapido movimento su distanze maggiori, poiché divide il carico su due motori stepper e sposta il peso lungo gli assi.

  • Miglior utilizzo su grandi distanze
  • Richiede componenti piuttosto costosi per una buona operatività

Delta

Delta printerSi tratta di una stampante 3D piuttosto divertente da osservare. Se la guardi dall'altro noterai una forma triangolare, da cui il nome Delta. I tre assi lavorano insieme per ciascun movimento lineare e ciò richiede calcoli piuttosto complessi per tradurre i movimenti in linee rette. Le imperfezioni in ogni asse vengono mediate e ciò permette di ottenere ottimi risultati.

  • Molto precisa su tutti gli assi
  • Richiede molta potenza di calcolo, quindi limitando la velocità con componenti di basso livello
  • Si possono ottenere stampe di livello professionale anche con i kit meno costosi
  • Non è molto efficace dal punto di vista degli spazi: il raggio di costruzione aumenta, riducendo però l'altezza disponibile.

SLA-DLP

SLA-DLP printerQuesto tipo di stampante utilizza la resina, che indurisce quando viene esposta alla luce UV. Ciò permette un'ottima risoluzione, fino a 20 micron sull'asse Z.

  • Ottima risoluzione
  • La resina è piuttosto cara

Componenti necessari

A seconda del tipo di stampante ti serviranno diversi componenti per l'assemblaggio. Questa sezione illustrerà i componenti per le categorie generali. Potrai poi passare alle pagine con le spiegazioni dettagliate.

Elettronica

3D printer electronicsQuesto è il cervello della tua stampante, perché comprolla ogni componente tramite il suo software, chiamato firmware, che controlla movimenti e temperatura. Tutte le nostre schede elettroniche sono compatibili con Arduino, quindi potrai caricare firmware e programmi necessari. La scelta dell'elettronica dipende dai tuoi requisiti. Le stampante Delta, ad esempio, richiedono una maggior potenza di calcolo, quindi in questo caso un vantaggio potrebbe essere la scelta dell'Ultratronics. Puoi comparare il nostro assortimento di schede elettroniche per stampanti 3D qui.

Estrusore

Hot endUna parte molto importante, e complessa, della tua stampante è il sistema di estrusione. Questa parte influenza molto l'affidabilità e la qualità finale della stampante. Le principali proprietà dell'estrusore sono:

  • temperatura massima: alcuni filamenti necessitano di temperature superiori
  • forza di estrusione: più forza applichi, più velocemente potrai stampare
  • peso: se monti il sistema di estrusione su un asse, il suo peso causerà inerzia e colpi, quindi dovrai abbassare la velocità o accettare una qualità inferiore

L'estrusore è composto da due parti: il cold end per il movimento del filamento e l'hot end per lo scioglimento del filamento. È meglio cercare di non risparmiare su entrambe le parti: è meglio investire in buoni componenti del sistema di estrusione piuttosto che in altri componenti.

Come hot end raccomandiamo l'hot end v6 E3D, poiché è il più affidabile disponibile al momento. Per il cold end abbiamo diverse opzioni per una maggior compattezza o i cold end con ingranaggi per una maggior potenza.

Sistema Bowden

Bowden systemPer ridurre il peso sugli assi, puoi optare per un posizionamento del cold end su un lato della stampante e collegarlo all'hotend con un tubo bowden (ptfe). Questo ha il beneficio di facilitare il movimento del tuo sistema, ma il difetto è che non riuscirai a stampare bene i materiali più flessibili e ti servirà più forza per compensare la lunghezza extra del filamento tra il cold end e l'hot end.

Piatto riscaldato

Heated bedIl piatto è il luogo sul quale verrà appoggiata la stampa durante il processo di lavorazione. In questo elemento è presente una certa contraddizione, perché durante la stampa si vuole che l'oggetto si attacchi, ma che poi si possa rimuovere facilmente. Inoltre, a causa della natura delle termoplastiche, gli oggetti si restringono durante il raffreddamento, causando tensione interna. Ciò può comportare una certa deformazione, sopratutto negli angoli, e difficoltà di rimozione della stampa. Per combattere queste problematiche abbiamo a disposizione diverse superfici di stampa e raccomandiamo l'utilizzo di un piatto riscaldato.

Per il PLA e il PETG puoi usare il 3Dlac direttamente sul vetro, anche senza piatto riscaldato. Raccomandiamo comunque l'utilizzo di un piatto riscaldato a 60 gradi, poiché ciò facilita la rimozione dell'oggetto stampato una volta che il piatto si raffredda.

Altre soluzioni per la superficie di stampa includono l'alluminio con nastro kapton, diversi tipi di nastro da stampa, adesivi, etc., ma solitamente la soluzione migliore è l'utilizzo del 3Dlac.

Alimentazione

Power supplyAvrai bisogno di un alimentatore adeguato. La regola generale è di utilizzare l'80% della corrente disponibile. Immaginando 12V, a seconda del piatto riscaldato, questo richiederà almeno 10A, le cartucce riscaldanti 3A e i motori stepper richiederanno almeno 2A in totale. Ciò dà come risultato circa 15A per l'intero sistema, quindi si raccomanda un alimentatore da almeno 20A. Se è necessario un piatto riscaldato di dimensioni superiori, un estrusore doppio, etc., forse l'opzione migliore è un alimentatore da 30A.

Puoi anche scegliere i 24V, se i componenti sono compatibili. Ciò riduce la quantità di corrente richiesta per ottenere la stessa potenza.


Informazioni su ReprapWorld
ReprapWorld

ReprapWorld è il negozio online numero uno per tutti i prodotti reprap per la tua stampante 3D. Abbiamo a disposizione un'ampia gamma di componenti per stampanti 3D, dalla nostra celebre linea di componenti elettronici ai filamenti ai nostri prodotti personalizzati. E tutto ciò a un prezzo molto competitivo!

Contatti

RepRapWorld B.V.
Wagenmaker 6a
2631RL Nootdorp
The Netherlands

Email: info@reprapworld.com
Tel: +31 (0) 85 - 009 15 31

Copyright 2009 - 2017 | RepRapWorld B.V.